28.5.15

superfici 3D - 3D surfaces


È trascorso un mese dalla fine del Salone del Mobile, a Milano.
Durante questa manifestazione, una delle più importanti al mondo, nell'ambito dell'arredamento e del design, diversi quartieri della città "da bere" si animano dando luogo ad una manifestazione parallela ma altrettanto importante e nota come "Fuori Salone".

Dal 14 al 19 aprile ho esposto, al Fuori Salone, presso il Carlyle Brera Hotel di Milano, "5.2.6. Architettura Mobile". Il  prototipo è stato realizzato pressol'azienda F.lli Cappelletti: l'eccellenza italiana.


"5.2.6" è concepito come un'architettura mobile. Come spesso mi è capitato di spiegare, si tratta di un contenitore concepito come un'architettura, lontano quindi dai canoni tradizionali dei mobili in commercio. "5.2.6" è caratterizzato dal movimento 3D, che ne articola tutte le superfici -comprese quella superiore e quella inferiore visibile attraverso il riflesso nella base in acciaio specchiato-, al quale si contrappone l'andamento orizzontale delle venature del legno. Per ottenere questo effetto sono occorsi sei mesi di ricerca, presso l'azienda F.lli Cappelletti, ma ne è valsa decisamente la pena. "5.2.6" costituisce infatti, ad oggi, un unicum nel settore dell'arredamento o del design.  

"5.2.6" è un manufatto davvero esclusivo e se ne sono accorte le centinaia di persone che lo hanno visto e fotografato attraverso le vetrine del Carlyle Brera Hotel e gli addetti del settore che lo hanno definito, riempiendomi di orgoglio, un vero e proprio capolavoro.

Per questa fantastica esperienza devo ringraziare in primis Giorgio Cappelletti, al timone dell'azienda F.lli Cappelletti, e non soltanto perché rappresenta l'eccellenza italiana nel mondo dell'arredamento ma soprattutto perché è una persona capace di vedere oltre l'orizzonte, che crede nella forza delle idee e del prodotto e nel valore umano.

Devo ringraziare tutto lo staff dell'azienda F.lli Cappelletti che, a vario titolo, ha contribuito alla realizzazione di "5.2.6".

Ringrazio Mirco Crisante per il suo caloroso articolo su Domus Webhttp://loves.domusweb.it/architettura-mobile/  e Renato Panigada di Foto Studio GP (http://www.fotostudiogp.it) Sono suoi gli scatti di questo post e quelli riprodotti nell'articolo su Domus Web.

Ringrazio il personale del Carlyle Brera Hotel di Milano.

Un ringraziamento particolare va ai miei raffinati committenti che per primi hanno creduto in questo progetto.
  
...

A month has passed since the end of the Salone del Mobile in Milan.
During this event, one of the most important in the world, in the context of furnishings and design, different parts of the city "to drink" come alive giving rise to a parallel event, but equally important, known as the "Fuori Salone".


From April 14 to 19 have exhibited, at the Fuori Salone, at the Carlyle Brera Hotel Milan, "5.2.6. Mobile Architecture".

"5.2.6" is designed as a mobile architecture. How often I happened to explain, it is a container designed as an architecture, so far from traditional norms of the furniture trade. "5.2.6" is characterized by the 3D motion, which articulates all surfaces - including the upper and the lower visible through the reflection in the stainless steel base -, which is opposed to the horizontal course of the wood grain. To achieve this effect, it took six months of research, at the company Fratelli Cappelletti, but it was definitely worth it. "5.2.6" is, in fact, to date, unique in the furniture industry or the design.

"5.2.6" is really an exclusive solution and have noticed the hundreds of people who have seen and photographed through the windows of the Carlyle Brera Hotel and industry insiders who have called it, filling me with pride, a real masterpiece.

For this fantastic experience I have to thank first Mr Giorgio Cappelletti, at the helm of the company F.lli Cappelletti, and not only because his company is the Italian excellence in the world but mainly because he is a person who can see beyond the horizon, that believes in the power of ideas and product and in the human value.

I have to thank all the staff of the  F.lli Cappelletti company who, in various capacities, contributed to the realization of "5.2.6".

 Thank to Mirco Crisante for his fantastic article on Domus Web: http://loves.domusweb.it/architettura-mobile/. 
and to Renato Panigadas Foto Studio GP (http://www.fotostudiogp.it)for the images of this post and those reproduced in the article on Domus Web.

I thank the Hotel Carlyle Brera in Milan.

And, finally, a special thanks to my fine customers who first believed in this project.

2 commenti:

  1. Sono testimone di questo splendido lavoro di design e artigianato, devo fare i complimenti anche ai F.lli Cappelletti per la pregiata capacità costruttiva cosa che nelle immagini forse non si nota a pieno.
    Un vero capolavoro.
    Bravi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Renato, sia per i complimenti che per le foto!

      Elimina